• Valerio Maria Murgolo

Digital Mindset per l'evoluzione sostenibile

COSA SI INTENDE PER DIGITAL MINDSET?

QUANTO È IMPORTANTE?


Tutti i giorni sentiamo parlare di digitale, di come stia cambiano il mondo, i processi, le opportunità, ma per poterle cogliere è necessario possedere delle competenze e capacità digitali, la mentalità deve essere predisposta al cambiamento, alla percezione umana della tecnologia, al pensiero laterale, al Digital Mindset.



Il mindset rappresenta il modo di pensare e porsi verso la realtà, in un approccio dinamico composto dall’insieme delle strutture mentali che si formano tramite le esperienze e le conoscenze vivendo in un mondo digitalizzato.


Presenta due aspetti contrapposti, può essere “fixed”, quindi con approccio mentale fisso, statico, non propenso al cambiamento e a sperimentare. La persona con approccio fixed pone resistenza, ha paura e non comprende del tutto le dinamiche, preferisce lo status quo e non desidera crescere e migliorarsi.


Può essere “growth, con un approccio mentale flessibile e dinamico, predisposto al cambiamento, ad analizzare i dati e trarre conclusioni solo post esperimento. La persona growth non pone resistenza, anzi coglie le opportunità che gli altri non vedono, vuole migliorarsi, sperimenta, ascolta, è curiosa e sociale.


Le sue componenti essenziali vanno esplorate nella direzione cognitiva e comportamentale.


Le componenti cognitive si basano, a loro volta, su differenziazione e integrazione, la prima intesa come l’ampiezza della conoscenza sul digitale, mentre la seconda rappresenta quanto l’individuo ha integrato, quindi quanto utilizza concretamente, la tecnologia digitale nel suo quotidiano.


Le componenti comportamentali invece sono contrapposte, l’una esclude l’altra, o rifiuti o utilizzi il digital. La differenza consiste nella conoscenza, una persona dotata di digital mindset che non utilizza il digitale e rifiuta la tecnologia, possiede le informazioni necessarie per valutare e decidere se accettare o meno l’opportunità offerta dal digitale; mentre chi non possiede il mindset digitale non dispone delle informazioni utili a valutare la soluzione più innovativa.


Anche il digital mindset in alcuni aspetti è innato, ma, come tutto, l’allenamento e lo studio permettono di sviluppare conoscenza che può decisamente impattare sul modo di approcciarsi alla realtà.


Diventa necessario imparare ad adottare un atteggiamento proattivo e positivo verso il cambiamento e il digitale, imparare a lanciarsi in nuove sfide.


È importante mostrare curiosità rispetto a ciò che riguarda il mondo del digitale, le opportunità che offre, consapevoli delle potenzialità e delle applicazioni vantaggiose.


Anche imparare ad adattare e modificare costantemente il proprio modo di agire e di lavorare con le tecnologie digitali è un allenamento che dobbiamo mettere in campo per migliorare e allenare il proprio mindset.


Bisogna aprirsi alla sperimentazione, ricorrendo ai dati, ma anche all’intuito, per prendere decisioni.


Infine non bisogna temere di sbagliare, il digitale non è perfetto e non presenta regole preimpostate, solo sbagliando siamo in grado di misurare e prendere decisioni di crescita, quindi non bisogna abbattersi ed essere coscienti che quell’azione ne porterà un’altra conseguente.


Tutti siamo spaventati dal cambiamento, perché vuol dire uscire dalla zona di confort, adattarsi, comprendere e percepire, ma il cambiamento non aspetta, avviene e basta, quindi come sempre formati, informati e sìì digitale