• Valerio Maria Murgolo

L'ICT come abilitatore nei processi aziendali

Il ruolo dell'Ict (Information Comunication Tecnology) nel tempo è complessivamente cambiato, prima della digitalizzazione il ruolo prevedeva l’implementazione tecnica delle tecnologie e il collegamento professionale totalmente avulso dalla struttura aziendale.


Con il tempo, grazie ad una maggiore diffusione della tecnologia ad uso e utilizzo ha ridimensionato, in alcune realtà aziendali, l’importanza di questo ruolo.


Ma la disponibilità di una cultura Ict, in grado di metabolizzare le sfide del digitale, può essere un fattore abilitante per la trasformazione.


Ma quali sono gli ambiti aziendali in cui l'Ict può risultare un fattore abilitante?


  • Proprio nel processo It degli asset aziendali, come processi, supply chain, Erp, business Intelligence, sales e operations per esempio.

  • Nel processo di big data, quindi nel data mining, nel processo di normalizzazione dei dati, nel data inventory e in tutti quei processi dove vengono trattati i dati.

  • Nel continuity e security management, quindi in quei processi dove bisogna implementare continuità e sicurezza nelle infrastrutture aziendali.

  • Nei processi di design sistemico, in processi in cui si astrae riducendo sempre più l’approccio materiale.


Proprio negli asset tradizionali, come magazzino, clienti, dipendenti, finanza e contabilità il ruolo dell'Ict può risultare fondamentale essendo gestiti all'interno di sistemi Ict tradizionali.

Proprio quando la trasformazione digitale richiede connessione con le risorse tradizionali, la disponibilità di conoscenze legate a sistemi e a processi tradizionali, il ruolo dell'Ict può svolgere un ruolo fondamentale per l’appunto di abilitatore alla trasformazione.

Nell'ambito dei processi di data mining o analytics il ruolo della struttura Ict può essere fondamentale per la valutazione dei dati da trattare, per la conoscenza e la capacità di individuazione di dati di qualità e affidabili e per la capacità di velocità di trattamento ed elaborazione di questi dati.

La continuità operativa e la sicurezza possono risultare un grosso freno al processo di trasformazione digitale soprattutto se inibiscono il processo nella fase sperimentale, difficilmente superabile in alcuni casi e quindi per il superamento di questi ostacoli possono risultare di supporto le competenze e la cultura necessaria nell'Ict che si farà carico del cambiamento strutturale.

Nei processi di design sistemico, quindi nel passaggio dal materiale all'astratto digitale, il ruolo dell'Ict può essere fondamentale con le sue competenze ad affrontare questo cambiamento.

Si è passati da transazioni e azioni materiali ad una astrazione sistemica che se non sorretta da caratteristiche culturali presenti nell'Ict possono risultare difficilmente implementabili.

La velocità di sviluppo delle tecnologie, come la loro obsolescenza, e sempre più elevata, l’utilizzo e l’implementazione sempre maggiore di queste tecnologie, anche con l’acquisto di piattaforme di terze parti, richiede sensibilità, competenze e passione che sono tipiche della cultura Ict e proprio in questa direzione il ruolo risulta strategicamente a supporto del processo di trasformazione digitale.

Iscriviti alla newsletter per ricevere news, materiale, informazioni sulla Trasformazione Digitale, sull'Organizzazione Digitale e sul contatto con gli utenti.
Riceverai 1 mail a settimana con tutti gli aggiornamenti informativi.