• Valerio Maria Murgolo

Responsabilità!

Cosa si intende per responsabilità?

Come intenderlo in un’organizzazione?

Qual è il ruolo del manager?


Più il contesto è Volatile, Incerto, Compresso e Ambiguo, maggiore è la necessità per le organizzazioni di avere nell’organico persone responsabili, e maggiore è la necessità di avere leader responsabili e che sappiano educare alla responsabilità.

Il problema con la responsabilità è che non si può dare, si può solo assumere.

La responsabilità è legata al modo di vivere delle persone più in generale che inteso solo in senso lavorativo.

Il termine responsabilità deriva dal latino respònsus, cioè impegnarsi a rispondere, a qualcuno o a sé stessi, delle proprie azioni e delle conseguenze che ne derivano.


Quindi basata sulla risposta che siamo in grado di dare ad un evento.

Gli atteggiamenti possibili sono due: le vittime delle circostanze e padroni del proprio destino.


L’atteggiamento vittimistico è di coloro che si domandano “come mai” mi trovo in questa situazione?

È l’atteggiamento di chi esternalizza la responsabilità agli altri, che accusa la qualità del prodotto che non vende, o che afferma che l’interlocutore non capisce quando non comprende il suo messaggio.


L’atteggiamento di padronanza del proprio destino invece è di coloro che non pone molta attenzione sulle circostanze ma quanto sulla sua capacità di risposta a quella determinata situazione.


Quindi cosa posso fare io per vendere il prodotto? Cosa posso fare io affinché l’interlocutore mi comprenda? Non sono io responsabile se il prodotto è buono o no, ma sono responsabile del mio modo di presentarlo. Sono responsabile di come faccio giungere comprensibile il mio messaggio all’interlocutore.


Un atteggiamento responsabile, quindi, è quello di chi si concentra sulle risposte possibili per noi adesso.


In un mondo, e mercato, Volatile, Incerto, Compresso e Ambiguo una delle priorità delle aziende oggi è di riempirsi in organico di persone che si domandano “cosa posso fare io adesso?” per rispondere ai problemi e agli eventi assumendosi la responsabilità, anche di sbagliare.

I manager posso essere vittime o padroni del proprio destino; un manager vittima attribuirà al team la responsabilità sulle performance, un manager padrone si domanda come può rispondere al problema ponendosi come obiettivo di rieducare i propri collaboratori.

Iscriviti alla newsletter per ricevere news, materiale, informazioni sulla Trasformazione Digitale, sull'Organizzazione Digitale e sul contatto con gli utenti.
Riceverai 1 mail a settimana con tutti gli aggiornamenti informativi.