• Valerio Maria Murgolo

Social Personal Branding: definire la Social Media Persona

Come impostare una strategia di Branding, o Personal Branding?

Quali i possibili passaggi?

Quali studi?

Oggi parliamo di “Social Media Persona”…




Per avere una corretta comunicazione online un brand, e personal brand, deve effettuare alcune valutazioni su:


  1. Chi siamo? (attitudini e personalità)

  2. Come siamo percepiti? (archetipi e Archetypal Branding)

  3. Qual è la Social Media Persona? (la sintesi comunicativa)


Nei due episodi precedenti abbiamo affrontato il “chi siamo” e “come siamo percepiti”.


Oggi parliamo della sintesi comunicativa, a valle dell’MBTI e Archetypal Branding, come della cartina tornasole della nostra presenza on-line.


Le Personas sono personaggi, definiti grazie ad una combinazione di dati e deduzioni, che rappresentano gli utenti tipo di un brand.

Sono contemporaneamente astratte perché basate su deduzioni ma anche realistiche perché basate su dati reali raccolti.


Sono ampiamente utilizzate nel marketing per definire il target ideali, con avatar, caratteristiche, dati socio-demografici, frustrazioni, paure, obiettivi e bisogni, con la strategia di mettere in campo azioni mirate ed efficienti.


In questo caso utilizziamo il modello per definire la nostra “persona”, quindi ciò che siamo e mostriamo e ciò che vogliamo comunicare.


Non vuol dire recitare un copione, anzi personalmente ritengo che bisogna mostrare sé stessi, ma semplicemente calibrare il giusto mix comunicativo per risultare più efficaci.


L’on-line è come off-line, come nella vita reale mostriamo diversi aspetti di noi, e diversi comportamenti, anche in questo caso bisogna essere sé stessi ma con il giusto approccio comunicativo.


Il web va inteso come un’ambiente, diventa necessario comunicare con chiarezza, con una struttura coerente e che porti ad essere riconoscibile.




Per definire la tua Social Media Persona dovrai:


  • Darti un nome evocativo, che rappresenti il tuo brand, sulla scia dell’MBTI e degli archetipi.

  • Individuare tre caratteristiche che ti rappresentano, prelevandole dai dati raccolti in precedenza.

  • Descrivere le tre caratteristiche in 4 o 5 righi, utilizzando le keywords emerse precedentemente.

  • Attribuire ad ogni caratteristica una parola chiave.

  • Tradurre queste parole chiave in ambito professionale.


Per fare un esempio proviamo a verificare la mia Social Media Persona:


Nome: il mentore, nome evocativo che già identifica alcune caratteristiche.

Caratteristiche: Affascinante, indipendente, energico e compassionevole.


Estroverso e molto attento agli altri, sempre al centro della festa ma non per esibizionismo ma per divertirsi e far divertire.


Spirito libero, coraggioso, senza incoscienza, attivo e proattivo, gli piace mettersi alla prova ma anche portare a rischiare per migliorare. Altruista e disponibile, ma non a disposizione.

Grande istinto protettivo e fortemente empatico, sa donarsi per il bene comune.


Parola chiave: Attivista

Parola chiave professionale: Formatore.


La Social Media Persona è utile per definire il proprio tono di voce, arricchire la nostra presenza online con contenuti coerenti, stabilire la direzione, come una bussola, è quello strumento cui ricorrere ogni volta che abbiamo dubbi su quale tipo di atteggiamento tenere rispetto a quanto ci accade in rete.


È la nostra carta d’identità online.


Bisogna però considerare il concetto di "Beta forever” che sta ad indicare una fase beta perenne, che nel tempo cambia e si adegua ai feedback che riceve, considera il cambiamento della persona nel tempo e sfrutta tutti gli strumenti a disposizione in quel momento.


In ultimo bisogna considerare la Social Media Persona come una base di partenza del proprio storytelling, rappresentando le caratteristiche, il tono di voce e le competenze, e capacità, della persona.